Instagram: 3 app per monitorare i follower e gestire i contenuti al meglio

Instagram: 3 app per gestire al meglio i follower e i contenuti

Un twittatore alla scoperta di Instagram

Quello di Instagram è un mondo sul quale mi sono affacciato relativamente tardi. La piattaforma social di proprietà di Mark Zuckerberg, infatti, non mi ha mai veramente entusiasmato e ho sempre rimandato il suo approfondimento. Almeno fino a qualche settimana fa…

Spinto da alcune esigenze di tipo professionale, ho infatti deciso di fare il passo, ovvero di turarmi il naso e mettermi a studiare Instagram, focalizzandomi non solo sugli aspetti tipici della piattaforma, ma anche sulle app più utili pensate per interfacciarsi con essa.

Tra queste ne ho selezionate 3 e oggi, dopo averle a lungo testate, ho deciso di parlarvene.

Repost: condividi le foto e i video degli altri

Nata per permettere la condivisione di foto e video pubblicati da altri, Repost è una di quelle app alle quali un vero instagrammer non può assolutamente rinunciare.

Il suo funzionamento è oltremodo semplice: si copia il link della foto o del video desiderato, si applica il bollino contente i riferimenti all’autore e si condivide il tutto con il proprio profilo.


Nell’immagine di cui sotto, ad esempio, potete vedere come il profilo Instagram di YouSinis ha “repostato” una foto che ho scattato tempo fa a Mandriola, in provincia di Oristano.


YouSinis - L'alba a Mandriola (Bennaker)

Repost, oltre che per dispositivi Android, è disponibile anche per iOS. Nel caso in cui voleste acquistare la versione completa, la spesa che vi sarà addebitata sarà di 5,75€.

FastSave: salva le foto e i video preferiti

Abbiamo visto come, grazie a Repost, sia possibile ricondividere le foto e i video degli altri. E se, invece, volessimo semplicemente scaricarli sul nostro smartphone?

La soluzione ci viene fornita da un’altra app: FastSave.

FastSave - GooglePlay

Se volessimo ricorrere ad una similitudine, potremmo dire che la app di FastSave agisce come “un ascoltatore silenzioso”, in quanto, una volta avviata, tutte le foto e i video di cui copieremo il link verranno automaticamente scaricati in un’apposita cartella. E vale anche per gli album!

Proprio come nel caso di Repost, quindi, anche FastSave aggiunge una di quelle funzionalità che Instagram non ha pensato (o voluto?) rendere disponibili nativamente ai propri utenti.

Unfollowers: monitora l’attività di chi ti segue

Inutile girarci attorno: quando si comincia a “smanettare” con Instagram, domande come: “Chi ha smesso di seguirmi?” e: “Perché c’è gente che mi segue, ma non interagisce con le mie foto?” cominciano pian piano a farsi strada nella mente, fino al punto di diventare un chiodo fisso.

Unfollowers è la app per Android che, grazie al monitoraggio costante dei follower e delle interazioni generate dai propri contenuti, permette di avere tutto (e tutti) sotto controllo.

Unfollowers - GooglePlay


Grazie ad Unfollowers è possibile, ad esempio, scoprire quali sono quegli utenti (detti “Ghosts”) che, pur seguendoci, non hanno interagito con nessuno dei nostri post più recenti.


Unfollowers - Ghosts

Starà poi a noi decidere su chi intervenire e come (togliendo il follow, bloccando, etc.).

A tale proposito, è bene ricordare che, ormai già da qualche tempo, l’algoritmo di Instagram non mostra i post in ordine cronologico. Indi per cui è possibile che la mancanza di interazione da parte di alcuni utenti non sia figlia del mero disinteresse, ma di una logica di distribuzione dei contenuti che penalizza la visibilità dei propri post, escludendoli dal news feed.

Tenete a mente questo, prima di bollare qualcuno come un lurker e spedirlo nell’oblio.

Anche Instagram ha il suo perché

Ad alcune settimane dall’inizio del mio viaggio alla scoperta di Instagram, nonostante la massiccia presenza di BOT e di utenti dal comportamento quantomeno discutibile, ho capito che anche un fan della parola come me può trovare la sua giusta dimensione.

Nel mio caso, ad esempio, apprezzo coloro che mostrano le proprie creazioni, come i designer, gli illustratori e tutti quelli che, in generale, sono dotati di una certa creatività e abilità manuale.

In tal senso, le app che abbiamo visto mi aiutano a riproporre (Repost) e conservare (FastSave) gli scatti e i video che mi hanno più colpito, nonché ad ottimizzare il mio seguito (Unfollowers).

Il consiglio con cui voglio lasciarvi, dunque, è quello di chiedervi cosa vorreste vedere voi su Instagram e quale valore intendete trasmettere a chi deciderà di seguirvi.

Siete pronti a lasciare la vostra impronta personale anche sul “Social delle foto”?

Alla prossima!


Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo sui Social Network e iscriviti alla Newsletter!

Instagram: 3 app per monitorare i follower e gestire i contenuti al meglio
5 (100%) 4 votes
bennaker
Seguimi

bennaker

34 anni portati splendidamente. Egotista. Croccante fuori e morbido dentro. Scusate se sono stronzo, ma avete cominciato prima voi.
bennaker
Seguimi

Potrebbero interessarti anche...