Inviti in DM su Twitter: quando la promozione diventa molesta

Inviti in DM su Twitter: quando la promozione diventa molesta

La promozione è nulla senza controllo

Non so voi, ma io, quando mi arrivano i DM di carattere promozionale su Twitter, mi infastidisco.

Con “DM di carattere promozionale” intendo dire tutti quei messaggi privati che invitano a leggere contenuti esterni (post, articoli, etc.) o a seguire l’autore del messaggio stesso su piattaforme diverse da Twitter.

Giusto un paio di esempi:

“Ciao @username! Ho scritto un nuovo post sul mio blog. Ti va di leggerlo e condividerlo? Grazie! http://www.rompoilcazzosutwitter.it/blog”

… o anche …

“Grazie per il follow! Seguimi anche su rompoilcazzosutwitter.it e su Facebook, cercando “RompoIlCazzoSuTwitter”. Ciao e a presto!”

Ecco, questo tipo di messaggi su di me hanno un doppio effetto: da un lato mi fanno venire l’orticaria, dall’altro mi spingono a provare un certo senso di pietà verso chi li invia.

Sono le stesse sensazioni che provo ogni volta che penso a coloro che svolgono la professione di rappresentante porta a porta o agli operatori outbound dei call center.

Già, perché inviare un DM allo scopo di attirare l’attenzione del ricevente su un contenuto è un po’ come bussare alla sua porta di casa o come chiamarlo al telefono per fargli l’ennesima offerta che non potrà rifiutare.

Il fatto è che, almeno dalle mie parti, il contatto tra venditore e acquirente ha sempre funzionato in un’unica direzione: se voglio qualcosa, me lo vado a cercare. Punto.

Sono strano io o cosa?

Che io sia intollerante sin dalla nascita è un dato di fatto, ma quanti avvertono il mio stesso senso di fastidio nel momento in cui ricevono un DM di carattere promozionale?

Sabato sera, subito prima di uscire, ho girato la domanda ai miei follower:

Le risposte (ben poche, a dire il vero, vuoi anche per il giorno e l’orario) potete vederle cliccando sul tweet, ma posso comunque anticiparvi che nessuno di quelli che hanno risposto si è dimostrato favorevole all’idea che io potessi seriamente intraprendere un’attività promozionale di quel tipo.

Significative e fantasiose le risposte di Teoh e Monica Bello, i quali, rispettivamente, si sono espressi con “Prendi botte!!!” e “E’ stato bello … tante care cose :)”.

Direi che il messaggio è chiaro, no?

Facciamo che non lo facciamo, ok?

A quanto pare questo contatto diretto finalizzato alla mera promozione sembra non essere gradito ai miei follower, i quali lo vedono come un gesto invasivo, portando dunque il mittente ad ottenere l’effetto opposto a quello desiderato.

Se volessimo stabilire se quello dell’invio di DM promozionali è un metodo vincente o meno, credo che dovremmo mettere sugli opposti piatti della bilancia due fattori: da un lato la quantità di utenti che si sentono infastiditi, dall’altro le visite portate ai contenuti promossi.

In questo modo potremmo rispondere alla domanda:

“Vale la pena fare la figura dei rompicoglioni con TOT utenti in cambio di TOT visite sul proprio contenuto?”

Se tra voi che leggete c’è qualcuno che utilizza o ha utilizzato i DM a scopo promozionale, mi piacerebbe conoscere la sua opinione.

Immagine di copertina tratta da sheramag.com

Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo su Social Network!

Inviti in DM su Twitter: quando la promozione diventa molesta
5 (100%) 3 votes
bennaker
Seguimi

bennaker

34 anni portati splendidamente. Egotista. Croccante fuori e morbido dentro. Scusate se sono stronzo, ma avete cominciato prima voi.
bennaker
Seguimi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

  • ✨Polp3ttinA✨

    Personalmente credo di aver ricevuto una volta sola tale richiesta in DM, e l’ho praticamente ignorata.
    Mi trovi in accordo con il tuo pensiero quando dici di provare sia fastidio che pietà per tali persone.
    Ma mi chiedo…..la tua richiesta di condividere tale post nei vari social, non è forse simile alla richiesta che ti arriva in DM?
    Per quel che può valere, i messaggi promozionali in DM li ignoro, ma se trovo il link di un post che attira la mia attenzione, lo leggo e se lo trovo interessante e scritto bene, lo pubblicizzo molto volentieri.

    • Ciao ✨Polp3ttinA✨,

      in realtà c’è un passaggio in cui ho provato, con un parallelismo, a spiegare qual è secondo me la differenza. Lo ripropongo:

      “Inviare un DM allo scopo di attirare l’attenzione del ricevente su un contenuto è un po’ come bussare alla sua porta di casa o come chiamarlo al telefono per fargli l’ennesima offerta che non potrà rifiutare.

      Il fatto è che, almeno dalle mie parti, il contatto tra venditore e acquirente ha sempre funzionato in un’unica direzione: se voglio qualcosa, me lo vado a cercare. Punto.”

      Potrei aggiungere un altro esempio, quello del volantinaggio, il quale fa sì che ti ritrovi la cassetta della posta piena zeppa di pubblicità. Se parlassimo di posta elettronica e non cartacea, andremmo a definirlo “SPAM”.

      Pubblicare un tweet in cui si invitano i propri follower a leggere un proprio contenuto è un conto, inviargli un messaggio privato contenente il medesimo invito è un altro. Dal punto di vista dell’aggressività dell’operazione, secondo me siamo due piani ben diversi.

      Tu che dici?

      Un abbraccio :*

  • Monica

    Ciao Simone !
    Non avrei mai pensato di finire su uno dei tuoi post …
    Grazie :))

    • Ciao @disqus_Ij1eujLlKS:disqus,
      c’è sempre una prima volta per tutto, no? 🙂

      Un abbraccio.

      • Monica

        Eh si …. :)*

  • Ah ecco, mi sembrava strano essermi persa questa chicca… mi dicevo com’è che Simone non s’è ancora incazzato per ‘sti qui?
    Aggiungo ai casi SOCIALi il comportamento di un utente con grosso seguito e diversi profili “cool” attivi… ogni volta che sono incuriosita da uno di questi profili e per disgrazia clicco follow mi arriva un messaggio “Ciao Sonia, bla bla bla, se vuoi farti due risate seguimi anche qui!” E’ SEMPRE LUI e ogni volta mi fa incazzare di brutto… Risatissime, proprio…

    Comunque ero venuta qua per rileggermi e applicare il tuo post “lotta ai fakeboot”, sei la mia guida di fiducia!
    p.s. Ora il mio nuovo idolo è ‘sta specie di gigolò che continua a followarmi e defollowarmi visto che non lo cago… Ma insomma “stalacrisi”, non posso permettermi serate a lume di candela con un rachitico.

    • Ciao @ParoleTakeAway:disqus ,
      so di chi parli 🙂 Anche a me arriva sempre quel messaggio. Che ci vuoi fare? Si vede che con la maggioranza funziona, e quindi…

      Addirittura guida di fiducia? Ma grazie! <3

      Buon weekend! :*