Il furto di uno smartphone è un problema anche tuo!

Il furto di uno smartphone è un problema anche tuo

Uno smartphone non è un giocattolo

Giorni fa leggevo su Facebook lo sfogo di una mia amica alla quale è stato rubato lo smartphone.

Più che le dinamiche dell’accaduto, che pure si premurò di spiegare, ricordo chiaramente il senso di fastidio da lei provato in quel momento. Un senso di fastidio dovuto, più che al danno economico, al fatto di sapere che i suoi cavoli privati erano in mano a qualcun altro e che questa persona avrebbe potuto fare di essi ciò che voleva.

Trattandosi dello smartphone di un’amica, vien da sé che, dentro a quell’apparecchio lì, non ci siano solo i suoi cavoli, ma anche i miei. I miei e quelli di tutte le persone con le quali lei è in contatto. Conversazioni via SMS, messaggi sui Social Network, interazioni via WhatsApp, recapiti telefonici, foto scattate insieme, video. Tutto. La sua vita, parte della mia e di quella dei suoi altri contatti ora sono nelle mani di chissà chi.

Questo episodio per dire cosa? Che quando qualcuno smarrisce il proprio smartphone o gli viene sottratto, il problema non è soltanto suo, ma di tutti quelli che hanno avuto a che fare con lui.

E’ per questo che, tramite il presente post, voglio esortarvi ancora una volta ad avere massima cura dei vostri dispositivi, tenendoli sempre sott’occhio o conservandoli in un luogo al quale gli altri non possono accedere. Non dimenticate, inoltre, di adottare tutti normali sistemi di sicurezza atti a garantire la vostra privacy rendendo il telefono inutilizzabile, come il proteggere lo sblocco dei tasti con un codice numerico.

Le informazioni che ci portiamo in tasca ogni giorno sono preziose e l’eventuale caduta in mani sbagliate potrebbe causare gravissimi danni.

Qualche consiglio utile a salvarsi il culo

Forse sono uno dei pochi che non ha mai perso il cellulare, né se lo è mai fatto fregare.

Ormai sono circa 15 anni che giro con questi aggeggi in tasca e, se sono arrivato illeso fino ad oggi, è perché, fondamentalmente, quel pizzico di paranoia che possiedo mi ha spinto ad essere sempre molto accorto.

Col tempo ho comunque sviluppato una mia filosofia d’uso, la quale, in caso di furto o smarrimento dello smartphone, dovrebbe evitarmi il peggio.

Provo a sintetizzarla per voi in 10 punti fondamentali:

  1. Eliminare le foto e le registrazioni video subito dopo averle scaricate sul Pc
  2. Non salvare la cronologia delle conversazioni o cancellarla frequentemente
  3. Non memorizzare codici segreti di alcun genere (PIN di carte di credito, numeri di conto, etc.)
  4. Non memorizzare username e password d’accesso ai servizi online più delicati
  5. Memorizzare i contatti in rubrica usando degli pseudonimi, dei soprannomi o dei nickname
  6. Non memorizzare i propri recapiti, come l’indirizzo di residenza e il numero di casa
  7. Evitare di memorizzare i numeri del proprio nucleo famigliare (mamma, papà, fratelli, etc.)
  8. Abituarsi a tenere lo smartphone sempre nella stessa tasca, come fosse una parte di sé
  9. Non consegnare mai lo smartphone nelle mani di qualcuno che non si terrà a vista
  10. Utilizzare codici differenti per ogni tipo di protezione (blocco tasti, PIN della SIM, etc.)

Questo è quanto.

E voi? Cosa fate per tutelare la vostra privacy e quella dei vostri contatti? Pensate che tutta quella mole di dati sia al sicuro nelle vostre tasche?

Spero per voi (e per me) di sì.

Immagine di copertina tratta da runews24.ru

Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo sui Social Network!

Il furto di uno smartphone è un problema anche tuo!
4.4 (88.57%) 7 votes
bennaker
Seguimi

bennaker

34 anni portati splendidamente. Egotista. Croccante fuori e morbido dentro. Scusate se sono stronzo, ma avete cominciato prima voi.
bennaker
Seguimi

Potrebbero interessarti anche...