Quali benefici si ottengono pubblicando interviste sul blog?

Quali sono i vantaggi dovuti al pubblicare interviste sul blog?

Come nacque l’idea delle interviste su questo blog

L’anno scorso, intorno alla fine di settembre, sentii l’esigenza di “dare una rinfrescata” a quelli che erano i contenuti del blog. Ciò che desideravo era offrire ai lettori la possibilità di approfondire anche quegli argomenti che, esulando dal mio raggio di competenza, non avrei potuto trattare personalmente, ma che a parer mio meritavano comunque di essere affrontati.

Ecco quindi che mi venne l’idea di cominciare a pubblicare i cosiddetti post-intervista, ovvero articoli nei quali avrei affrontato il tema scelto attraverso le parole dei miei ospiti.

Il 6 ottobre del 2014 pubblicai la prima intervista e scelsi come ospite Ivana De Innocentis, founder di Brands Invasion. Con Ivana parlammo del mondo dei social network e, in particolare, vedemmo in cosa consiste la professione di Social Media Manager.

Ad oggi le interviste su questo blog ammontano ad 8, ma quali sono i benefici derivanti dalla loro pubblicazione? Vediamo insieme i più importanti ed evidenti.

Premessa

Quelli che di voi hanno letto le interviste che ho realizzato, avranno sicuramente notato che i miei ospiti non sono certo “personaggi illustri”. Questo perché ho voluto e voglio ancora dare visibilità a coloro che, pur essendo semi-sconosciuti, hanno la competenza necessaria a trattare gli argomenti che scelgo, nonché i numeri per riuscire un giorno ad emergere.

I benefici per il lettore

Non mi stancherò mai di ripeterlo: quando si scrive, lo si dove fare prima di tutto per il lettore.

Che si scriva per informarlo o anche solo per divertirlo, il lettore è il destinatario ultimo di tutto ciò che mettiamo nero su bianco e deve dunque essere messo al centro dell’attenzione.

Tale regola è bene sia rispettata anche quando si realizza un post-intervista: è il lettore, infatti, colui che andrà a leggerla ed è quindi intorno a lui che dovrebbe ruotare il lavoro del blogger.

In quanto ai benefici che un post-intervista può portare al lettore, possiamo identificarne 2:

  • Il vedere trattato un argomento che non è prettamente di competenza del blogger, potendo comunque contare sullo stile ed il livello qualitativo che lo caratterizzano.
  • Il poter aggiungere alla lista di professionisti di propria conoscenza un nuovo nome. Chi può dire, infatti, che un giorno non ci si trovi ad aver bisogno di una consulenza o anche solo di un banale consiglio da parte di chi si occupa di un determinata materia?

I benefici per l’intervistato

Anche colui che viene intervistato trae ovvi vantaggi da una simile esperienza. Eccovene 2:

  • La possibilità di dimostrare la propria competenza in merito alla materia trattata. Ho sempre visto il saper raccontare il proprio lavoro come un’ulteriore conferma della propria professionalità. Ci sono persone, infatti, che sono bravissime in quello che fanno, ma che non sono in grado di illustrarlo con altrettanta bravura. L’intervista, dunque, è un’occasione unica per dimostrare che si è padroni della materia a 360°.
  • Il poter usufruire di un palco dinanzi al quale è seduto un pubblico infinito. Quale miglior luogo, infatti, se non proprio la rete per lanciare e quindi far arrivare al maggior numero di persone possibili la propria immagine ed il proprio messaggio? Ho avuto notizia che, ad esempio, alcuni dei miei ospiti hanno ottenuto nuove ed inaspettate collaborazioni proprio grazie all’intervista che ho fatto loro. Inutile divrvi la soddisfazione che ho provato nel momento in cui sono stato messo al corrente della cosa.

I benefici per il blogger

Vediamo infine quali sono i benefici per colui che l’intervista la realizza:

  • Il vedere trattato sul proprio spazio un argomento che altrimenti sarebbe rimasto tagliato fuori, in quanto estraneo a quelle che sono le proprie competenze. Le interviste presenti su questo blog lo dimostrano ampiamente: se sono riuscito a parlare del rapporto tra blogging e moda, ad esempio, lo devo solo alla disponibilità e alla competenza di Giorgia Marino di “Morbida, la vita”; lo stesso vale per il discorso del SEM, affrontato grazie a Walter Di Somma e a quello sulla gamification, argomento del quale mi parlò Alessio Cifani. Una serie di temi che da solo non avrei saputo assolutamente trattare e che oggi invece figurano (anche con un certo orgoglio) tra i contenuti di bennaker.com.
  • Il poter contare sul seguito, e quindi sulle visite e sulla eco in ambito social, di coloro che conoscono l’intervistato. Ognuno di noi, per quanto sconosciuto sia, ha comunque il suo giro di contatti. Un giro che, molto probabilmente, coinvolge sia il piano reale che quello virtuale. Ciò fa si che un prodotto come un’intervista possa contare sull’interesse di coloro che fanno pare del giro di conoscenze dell’intervistato. Un giro che, se composto da individui particolarmente attivi sul piano del social, potrebbe portare grandissima visibilità, tanto alla singola intervista, quanto al blog ed al blogger.

Voglio concludere questa parentesi dedicata ai benefici per il blogger con un’osservazione collegata alla premessa iniziale: come ho scritto, coloro che intervisto sono sì persone valide e competenti, ma anche, con il massimo rispetto parlando, degli “illustri sconosciuti”.

Ma se un domani non fosse più così? Ovvero, se dovessero accrescere la loro notorietà? Riuscite ad immaginare quali ripercussioni ci sarebbero sull’intervista e, di conseguenza, sul blog?

Provate a scrivere nome e cognome di alcuni dei miei ospiti su Google e vedete che succede…

Ben vengano le interviste!

E’ proprio il caso di dirlo:

post-intervista, oltre ad essere una tipologia di post molto divertente da sviluppare, sono anche portatori di numerosi benefici. Benefici che vengono equamente distribuiti tra lettori, ospiti intervistati e blogger-intervistatori.

Fateci un pensiero.


Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo sui Social Network e iscriviti alla newsletter!

Quali benefici si ottengono pubblicando interviste sul blog?
5 (100%) 6 votes
bennaker
Seguimi

bennaker

34 anni portati splendidamente. Egotista. Croccante fuori e morbido dentro. Scusate se sono stronzo, ma avete cominciato prima voi.
bennaker
Seguimi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento